Gestione integrata tra territorio e ospedale. (Siena, 4 novembre 2017)

Iscrizioni aperte su questo sito

sezione Formazione- Eventi promossi dall'Ordine

Sabato 4 Novembre 2017

Il convegno, articolato in seminari e workshop, si propone di trasmettere ai partecipanti conoscenze e competenze nell'ambito di:

• diagnosi e cura dell'asma in età pediatrica e adulta, senza dimenticare l'età critica dell'adolescenza;

• riconoscimento delle sindromi da overlap tra asma e BPCO;

• corretto approccio e gestione delle allergie alimentari, della celiachia e della gluten-sensitivity.

La mattinata si concluderà, inoltre, con una lettura magistrale su angioedema.
Nel pomeriggio è previsto un workshop di approfondimento pratico con simulazioni nel bambino e nell'adulto, durante il quale i discenti acquisiranno abilità nella gestione delle crisi allergiche maggiori.
Gli argomenti saranno trattati con un approccio clinico e tenendo presente la necessaria integrazione tra le figure professionali operanti sul territorio e in ospedale, affinché la presa in carico sia globale, le terapie siano efficaci e l'aderenza la massima possibile.

Organizzato da: Commissione Giovani Medici OMCeO Siena

Crediti ECM: n. 8 crediti per il profilo di medico chirurgo - tutte le discipline

 

Un presente di contraddizioni (Sovicille, 19 marzo 2016)

La sola Laurea in Medicina e Chirurgia non consente di lavorare; per esercitare la professione è necessario dapprima sostenere l’esame di Stato, poi, per poter essere occupabili all’interno del SSN, è necessario completare il percorso di formazione post-laurea conseguendo un titolo specialistico o generalista. Purtroppo negli ultimi anni si è inasprita la forbice tra gli accessi alla Facoltà di Medicina (che hanno subito una vertiginosa impennata anche a causa dei crescenti ricorsi) e la quantità di borse messe a disposizione per completare il percorso post-laurea.

Questo imbuto ha creato una sorta di limbo, che accoglie purtroppo quasi il 50% dei medici che ogni anno accedono ai concorsi, colleghi che rischiano di diventare non tanto “disoccupati” quanto piuttosto “inoccupabili” (nel SSN). Ciò ha comportato un esodo verso l’Europa virtuosa, ben felice di accogliere una forza lavoro sulla cui formazione non ha neppure dovuto investire; molto lontana da una logica “al risparmio” tutta italiana per cui si formano pochi specialisti che poi difficilmente vengono assunti, a causa del blocco del turnover. La gravità della situazione è dovuta non solo al rischio per i medici di non trovare lavoro (nonostante i bisogni della società siano in aumento), ma anche e soprattutto per i cittadini che ci rimettono in termini di salute (senza un numero congruo di medici non si può pensare di offrire un’assistenza di qualità). Un'altra criticità è rappresentata dal fatto che la nuova dinamica concorsuale vede un ingente tasso di abbandono delle borse (che non sempre vengono reinvestite) ed una scelta del proprio futuro professionale basata più sulla facilità di percepire uno stipendio che sulla propria inclinazione, aspetto fondamentale in una professione delicata come la nostra. Obiettivo principale del convegno è stato quello di aiutare gli studenti a farsi un quadro complessivo delle prospettive lavorative, in modo da poter scegliere consapevolmente come indirizzare il proprio futuro professionale, inoltre si è voluto fornire delle risposte in merito alla possibile occupazione per i neospecialisti e neodiplomati, ripensare la formazione offerta dal corso di laurea in Medicina, affinché il neolaureato non sia paragonato ad un “medicoblasto” (potenzialmente totipotente ma praticamente nullafacente) ma abbia le competenze, anche pratiche, di Medico, ripensare la programmazione, basandola sul reale fabbisogno e supportandola con un’adeguata qualità formativa, con la speranza che si riduca l’effetto imbuto e che non ci siano più “inoccupabili” migliorando le procedure concorsuali in modo da evitare che i ricorsi di massa scompensino la programmazione. Ma soprattutto il messaggio che la Commissione Giovani Medici ha voluto lanciare con questa giornata, pensata dai giovani, con i giovani e per i giovani è che la cosa più importante è rimboccarsi le maniche, consapevoli che il loro futuro professionale dipende in buona parte dalle loro idee e certamente dalla loro partecipazione.

Verbale 19 Marzo 2016

©2017 Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Siena
Piazza Fabio Bargagli Petrucci n. 18 Siena Toscana 53100 Italia
C.F. 00170770523

 Il nostro sito utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore.

Se vuoi saperne di più o avere istruzioni dettagliate su come disabilitare l'uso dei cookies puoi leggere l'informativa estesa.

Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o cliccando su Accetto, presti il consenso all’uso di tutti i cookies.